Le coccinelle volano

Rock in Rio

14 commenti

image

In TV stanno trasmettendo in diretta il Rock in Rio, cosa che, a mio parere, di per sé qualifica l’altissimo livello culturale della televisione brasiliana, nonché il suo impegno per il sociale, considerate tutte le persone che avrebbero voluto partecipare (io in primis) e non hanno potuto, ma che in questo modo possono ugualmente assistere e improvvisare tentativi di pogo sul divano, con la consapevolezza di farlo contemporaneamente alle persone presenti sotto il palco. Tra qualche ora suoneranno i miei adorati Queens of the Stone Age e successivamente i grandiosi Sistem of a Down, ma il concerto in onda adesso non è affatto da meno. In alto a destra, la scritta indica che si tratta degli Hollywood Vampires (ammetto l’ignoranza, ma io non li avevo mai sentiti nominare). Riconosco il cantante che è senza dubbio Alice Cooper, ma il più figo di tutti è sicuramente il chitarrista. Forse perché è vestito come Jack Sparrow. Che poi a guardarlo bene, ci somiglia pure. Lo guardo, lo riguardo e penso che, cavoli!, è identico a Johnny Depp. Faccio una piccola ricerca e scopro che, cavoli !, è proprio Johnny Depp 😱:)
Cose belle… Tutto qui.

Annunci

14 thoughts on “Rock in Rio

  1. Il bello del bello.
    La musica sorprende in continuazione.
    David Walker, Kenny Bobien – No Inbetween (Michele Chiavarini Remix)

  2. Nel mio immaginario ho sempre considerato Rio un po’ come il centro del mondo… 🙂

  3. bauauuaua Jonny Deep che beeeep ci faceva in brasile in una band??? Ciao bellaaaaaaaa mi manchiiiiii

    • Ehi!!! Ciao 😊 Ma sai che, facendo una piccola ricerca, ho scoperto che il buon Depp in realtà è un musicista ed è solo per caso che è diventato attore? Ciorte sua, come si dice dalle nostre parti 😉. Mi manchi anche tu, ma la verità è che mi sono mancata molto io. Sto rimettendo insieme un po’ di pezzi e, quando si intraprendono certe operazioni di inventario… Beh, si perde la cognizione del tempo, dello spazio, di tutto. E si finisce, almeno nel mio caso, a blaterare lagne contro se stessi, sperando che, tra un’invettiva e l’altra, spunti fuori anche qualcosa di saggio da dirsi per consolarsi dell’estemporanea crudeltà dell’universo. (Non rileggo quello che ho appena scritto, perché penso cancellerei tutto 😊. Spero solo che significhi qualcosa e che non ti procuri mal di testa 😉). Ciao!!!

      • Non mi procura mal di capo ma un pizzico di apprensione aldiquà dell’oceano! Ho letto di situazioni difficili nel tuo Paese e spero non ti sia capitata qualche brutta esperienza 😦 Nel caso, qui facciamo il tifo per te!

      • Grazie per il pensiero carino, che ho colto al volo e custodito con cura 😊 tudo bem da queste parti, anzi sono in procinto di una minivacanza alla scoperta di altre meraviglie. È un malessere più personale, sai di quelle cose che ti appartengono e non importa quanti kilometri fai, dove ti nascondi, come ti camuffi. Perché sono tue e ti stanno attaccate addosso, anche se a lungo le ignori o addirittura, nel migliore dei casi, fingi persino di conviverci bene. Credo sia molto comune e non rivendico mai l’esclusività della mia tristezza, ma, a volte, è semplicemente brutto sopportare e tocca ammetterlo. Tutto qui 😊

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...