Le coccinelle volano

La cicogna dispettosa

6 commenti

image

Il treno per Velletri di nuovo soppresso, cacchio! Per la terza volta in due settimane. E, guarda caso, erano esattamente due settimane che avevo firmato il contratto a tempo indeterminato. Come lo avrei spiegato ai capi? Se sei in ritenuta d’acconto e lavori a gratis pure il sabato e la domenica, sei una santa; se hai un contratto a tempo indeterminato e arrivi in anticipo e vai via due ore dopo aver timbrato l’uscita, sei una brava persona; ma se hai un contratto a tempo indeterminato e arrivi tutti i giorni in ritardo e cerchi di uscire in tempo per non perdere l’ultimo treno, sei una stronza. Una stronza che, peraltro, non è neanche in grado di comprarsi un’auto.
Ah sì, perché guadagni seicento euro netti e ne paghi quattrocentocinquanta d’affitto. Ma non lo sai che con un euro al giorno può camparci una famiglia di quattro persone?
Erano più o meno questi i miei pensieri quando mi accorsi della ragazza che mi guardava e sorrideva. Ci eravamo già incrociate nello stesso punto il giorno prima, entrambe col naso in su a controllare il tabellone delle partenze nella stazione di Ciampino.
Le sorrisi a mia volta e mi si avvicinò.
– Ciao, sei di Colleferro? Perché ti ho notata in stazione sia ieri che stamattina. Mi sa che facciamo lo stesso percorso.
– No, ma ci abito. E tu?
– Io mi ci sono trasferita a settembre per convivere col mio ragazzo.
– Io mi ci sono trasferita due settimane fa. – Ribattei a mia volta- Prima abitavo a Roma. Poi il proprietario del monolocale di dieci metri quadrati in cui abitavo, per l’anno nuovo, voleva regalarmi un aumento sull’affitto di cento euro. Perciò, considerato che sono fidanzata con un ragazzo che ha un appartamento in affitto ad Anagni, mi sono trasferita a Colleferro.
– E che c’entra Anagni con Colleferro?
Quella fu la prima delle tante giuste osservazioni che Alessandra mi avrebbe fatto negli anni a venire. In effetti, seppur geograficamente abbastanza vicine, non c’è nulla di culturalmente, storicamente, mentalmente, architettonicamente e provincialmente più diverso di Anagni e Colleferro. Ma io che ne sapevo?  Sapevo solo che in quel periodo odiavo i treni, odiavo il mio lavoro e odiavo l’idea di essere fidanzata con un fidanzato che odiava l’idea di convivere. Ma questo non glielo dissi. Almeno non subito.
Mi limitai ad aggiungere un’altra imprecazione sulla soppressione del treno.
– Senti,- mi disse- io sto chiamando il mio capo. Passa a prendermi lui qui in stazione. Vuoi che dia un passaggio anche a te?
E così, da quel giorno, io e Alessandra diventammo grandi amiche.
Tutti i giorni, salvo festivi, ferie e reciproci viaggi di nozze, per tre anni abbiamo viaggiato insieme per andare a lavoro.
In quei tre anni e in quelli successivi fino ad oggi, ne abbiamo condivisi di momenti importanti.
Ad esempio, Alessandra è stata la prima a cui, con grandissima emozione, ho inviato un messaggio con la scritta BRASILE!!!; Alessandra c’era quando ho dato una memorabile capocciata contro il cartello con la scritta Valmontone; Alessandra c’era ogni volta che un pazzo entrava in stazione e, tra tanta gente, sceglieva di importunare proprio me; Alessandra c’era persino al mio matrimonio, così come io sono stata al suo; Alessandra c’era, con la neve, con la pioggia, con il solleone, con gli scioperi, coi ritardi e coi treni guasti.
Insomma, Alessandra c’era, ma soprattutto ALESSANDRA C’È.
E, oggi, ha aperto un blog qui su WordPress, per raccontare il suo difficile percorso di adozione, reso purtroppo arduo dalla burocrazia italiana, e non solo, perché Alessandra di cose belle e interessanti da raccontare ne ha tante.
Questo è il suo blog Dateci un’occhiata.

Annunci

6 thoughts on “La cicogna dispettosa

  1. ❤❤❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...