Le coccinelle volano

A testa alta 

13 commenti

Le disse che era carina. Lo disse con un tono piatto, come se, enumerando mentalmente una lista di probabili pregi, avesse deciso di metterla a parte di quel dettaglio. Un dettaglio di cui sembrava essersi accorto solo in quel momento,  ma senza trasporto. 

Piena estate, il tramonto trascinato ben oltre le otto di sera. Gli ultimi raggi di sole incorniciavano le voluttuosità dei cornicioni, in scatti di luce non scritta al confine tra i tetti ed il cielo tranquillo che abbracciava Napoli.

Erano alla quinta uscita ed erano già stati a letto insieme. 

Carmela dava, perciò, per scontato il fatto di piacergli, sebbene, nel mentre lui pronunciava quelle parole (Sei carina), a mo’ di risposta distratta ad una domanda che  egli stesso si era rivolto, si stesse rendendo conto che non le aveva mai fatto complimenti. 

Per alcune donne, i complimenti sono necessari, pane e respiro di cui si nutre il sentimento. 

Forse che lei, nonostante tutto, ancora non era abbastanza donna? 

Carmela si portò il tovagliolo alle labbra, per ripulirsi di uno sbaffo, solo immaginato, di gelato alla fragola e pesca. Un modo qualunque per tenersi impegnata una mano, mentre con l’altra reggeva il cono.

IIl suo amico Raffaele era stato il primo a farle notare quanto poco fosse femmina. Senza offenderla, ma senza nemmeno lusingarla, una volta le  aveva confessato che per lui non era una ragazza, una di quelle per cui si sarebbe girato per strada e a cui avrebbe volentieri toccato il culo. Per lui, poteva persino non avercelo il culo, quasi fosse una persona senza genere né forme, una compagnia asessuata. 

Gennaro era più o meno dello stesso avviso.- Tu cammini sempre a testa bassa, bella mia!- le disse una volta, mentre, al buio, nell’abitacolo in cui si era appena consumato l’amplesso, con le braccia, lei provava a coprirsi al meglio il seno nudo. 

– Che vuoi dire?- gli chiese lei. 

– Ma guardati, Carmela!- replicò Gennaro. – Sembri una di quelle attrici nei film americani, che prima fanno le zuzzimme e poi si fingono vergognose e si coprono alla bell’e meglio. Scopriti, fatti guardare, che tanto non mi devi nascondere più niente.

Carmela tirò giù le braccia e, offrendosi completamente nuda agli occhi di lui, gli chiese- Così va meglio? 

– Mo’ sì!- esclamò Gennaro. – Devi capire che a noi maschi ci piacciono le femmine che camminano a testa alta, quelle che si credono e si spacciano per belle pure quando sono dei cessi. Prendi Caterina.  Mica è bella?  Quella confronto a te è nu bidet. Ma hai visto quanti maschi tiene appresso, quanti se la vorrebbero fare?

– Pure tu?

– Ma manco pe’ pensiero. A me mi piaci tu. Però Caterina è una che ci sa fare, che non ha vergogna, che si atteggia come se la tenesse solo lei e su certi maschi ‘sta cosa fa effetto. Fosse anche solo per vedere quella che tiene di speciale per atteggiarsi tanto. 

– E io che devo fare? 

– Niente, Carme’. Ci penso io a farti sentire una femmina vera.

Questo succedeva molti anni fa, sul finire dell’adolescenza, a ridosso di un’età adulta che, invece di fortificarle, avrebbe scardinato tutte le sue certezze.

Intanto, pure il gelato era finito e buttò via il tovagliolo, ormai inservibile.

Le aveva detto che era carina, dopodichè non aveva aggiunto altro. Per un po’, Carmela aveva atteso un’altra frase, almeno una. Aveva persino pensato di dire qualcosa lei, tanto si sentiva a disagio di fronte a quell’affermazione cui era seguito il silenzio. Alla fine, si era concentrata esclusivamente sul gelato. 

Adesso che era giunto il momento di andare, proprio quando lui le tendeva la mano perché gli concedesse la sua per passeggiare insieme, Carmela lo fissò . 

– Secondo te, io cammino a testa troppo bassa?- gli chiese. 

– In che senso? 

– Niente. Fai finta che non abbia detto niente. Ah, solo per la cronaca…Io non sono carina, io sono bellissima. 

E gli prese la mano e si avviarono verso il parcheggio insieme. A testa alta. 

Annunci

13 thoughts on “A testa alta 

  1. un bel racconto , insolito, che va ben oltre le parole scritte!

  2. Un racconto..un libro.. hai provato a scriverlo?

  3. Davvero bello, mi è piaciuto molto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...