Le coccinelle volano

La tristezza prenderebbe il sopravvento

4 commenti

img_20160515_113201-2

L’illuminazione, apparentemente blanda, data l’insistenza del sole, si è rivelata efficace quando l’ho confrontata alle sensazioni, alle piccole cose su cui mi concentro lasciando stare il baricentro, che è poco allineato, parecchio squilibrato e poco fissato per sembrare un vero centro. Tutto dipende dalla prospettiva da cui si osserva. Del resto, anche il soffitto osservato a testa sotto diventa un pavimento.

C’è un muro poco alto e, sul marciapiede di fronte, due ragazzi si baciano che, a guardarli, ti vien voglia di innamorarti.
Ma i ragazzi sono già lontani, io non sono mai romantica troppo a lungo e ci sono troppe somiglianze a ricordarmi che esistono troppe coincidenze, quando niente è più bello di qualcosa di diverso.

Ad esempio, tra l’anticamera del mio cervello e un bagno turco non c’è nessuna differenza.  Ad ogni doccia fredda, segue una scoperta d’acqua calda. E non è mica giusto?

Torno nel mondo pressoché reale, appena in tempo per sentirmi chiedere se voglio qualcosa da bere. Ma la domanda suona come un non ho niente altro da offrirti, perciò rispondo che non ho sete, perché tutto scorre e, se anche l’acqua si aggiungesse a ricordarmi la caducità di questo momento, la tristezza prenderebbe il sopravvento.

Annunci

4 thoughts on “La tristezza prenderebbe il sopravvento

  1. bella bella bella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...