Le coccinelle volano

Estranei

11 commenti

dsc04164

Ogni volta che ti perdevo, sapevo che ritrovarti sarebbe stato peggio del non averti mai incontrato.
Perché io ti riconoscevo dal passo stanco, da quell’andatura emotivamente claudicante che ad ogni mio sorriso ti faceva rispondere con un’alzata di spalle.
E mi infastidiva.
Estranei, quanto mai stranieri, di una terra non segnata sulle mappe, restavamo per ore a indicarci e segnarci l’un l’altro i difetti, su cartelloni sporchi di polveri e ceneri di sensazioni perdute.
Per me era facile dirmi che ero migliore di te, per quella facilità con cui sono avvezza a dire cose non vere. Ma tu nemmeno te la prendevi. Piuttosto attribuivi al baldanzoso mio modo di viverti, le ferite che provavo a cagionarti di striscio.
A immaginarti, si sarebbe detto che nessuno più di te mi avrebbe corrisposta appieno. A guardarti si sarebbe intuito che nessuno meno di te mi avrebbe torturata nella testa e nel petto, dove cioè ti eri fatto spazio senza che ti invitassi a entrare.
Tu eri decisamente bravo a colpire. Ti bastava non guardarmi, non cercarmi e persino non odiarmi per darmi un’idea della distanza . E sono sicura che ti riusciva per caso, senza alcuna mira presa, la presa sulla mia anima e su tutto il resto.
Io ero quella infinitamente brava a cadere, dopo ogni colpo, nella trappola del senso di colpa. Mi bastava guardarmi, analizzarmi e, dunque, odiarmi per avere un’idea della mia inutilità. E puoi essere sicuro che mi riusciva non a caso, ma con la dovuta premura, spremermi gli occhi e il petto di tutto quel sentimento che non ti avrei saputo dare
Perché certe cose, se restano dentro, macerano e acquistano un pessimo sapore.
Perché a certe cose non si potrà mai dare un nome, sebbene non si potrà mai smettere di viverle.

Annunci

11 thoughts on “Estranei

  1. Perfetta la chiusura. Ed è proprio vero che certe non si smette mai di viverle.

  2. Molto bella quest’immagine di “amore”. Ho dato io il nome anche se a te non piacerà! 😃

  3. “Tu eri decisamente bravo a colpire. Ti bastava non guardarmi, non cercarmi e persino non odiarmi “……fatto senza neanche rendersene conto..e a perderci le ore con pensieri nefasti.. Sempre unica nel descrivere i sentimenti ❤

    • Grazie ❤ Sì, sono cise che accadono sempre in maniera inconsapevole. La consapevolezza subentra dopo, quando la stanchezza vince sui pensieri nefasti, quando ci si arrende per sfinimento e finalmente si acquista la lucidità giusta per considerare il tutto per quello che era. Peccato che ci vogliano quasi sempre degli anni per rendersene conto 😉

  4. sensazioni che non hanno nome ma sono sempre presenti dentro di noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...